Norme sulla sicurezza e simboli

I prodotti devono riportare alcune informazioni obbligatorie se sono stati "classificati come pericolosi" dalla legislazione europea (Direttiva Preparati Pericolosi 1999/45/EC). Nei prodotti per i consumatori, queste informazioni si trovano sulla confezione. Nei prodotti professionali, queste informazioni vengono fornite nel foglio dati sulla sicurezza e sull'imballaggio del prodotto (confezioni, barili ecc.)

I simboli di pericolo sono stati concepiti per fornire al consumatore un avvertimento ben visibile su sostanze o miscele pericolose. La categoria del pericolo viene solitamente indicata nel testo sotto al simbolo, sempre accompagnato da diciture standard che spiegano il tipo di pericolo e le precauzioni da prendere per evitare incidenti.  In Europa, l'uso dei simboli di pericolo per i prodotti è attualmente regolato dalla Direttiva Preparati Pericolosi. I simboli di pericolo, che compaiono sui prodotti di pulizia europei, sono neri su sfondo arancione. Il seguente simbolo (una croce di Sant'Andrea nera su sfondo arancione) indica che il prodotto può causare irritazioni alla pelle e/o agli occhi.
Image


Irritant
Altri simboli possono indicare che il prodotto è pericoloso per altre ragioni, ad esempio perché è corrosivo. In questo caso sotto il simbolo comparirebbe la parola "corrosivo".

Fate clic qui per ulteriori informazioni sulla sicurezza.

Il sistema di etichettatura europeo sta cambiando: i simboli nero e arancio saranno gradualmente sostituiti, entro il 2015,  da simboli bianchi e rossi con nuovi testi e immagini. Questo cambio dipende dalle regole armonizzate globalmente: la nuova legislazione europea è il Regolamento CLP.
Per ulteriori informazioni sui prossimi cambi cliccate qui .


Deutsch Français Nederlands
Deutsch Français